regimen fiscale alle canarie

Il regime fiscale agevolato delle isole Canarie

L’arcipelago spagnolo, classificato come regione ultraperiferifica per la sua collocazione geografica insulare decentrata, beneficia di un regime fiscale economico agevolato, che si posizione ben al di sotto degli altri territori continentali, non solo in vigore nello stato ispanico, ma anche degli altri paesi europei.

Sebbene le deduzioni fiscali siano vantaggiose, le isole Canarie non possono essere definite un paradiso fiscale, poiché sono prive del così detto segreto bancario, motivo per il quale aprendo un conto bancario non si incorre in un’evasione fiscale.

 

Perché si può parlare di regime fiscale agevolato?

 

Il regime fiscale della comunità autonoma prevede meccanismi di azione per le imprese che garantiscono la possibilità di usufruire di incentivi singolari, nonché di una tassazione con un aliquota del 4%, fra le più competitive tra i regimi fiscali europei, se non addirittura la più vantaggiosa.

Confrontando tale valore di percentuale d’imposta con quello medio dilagato nel paese spagnolo, il risparmio calcolato ammonta a circa il 23%.

Tuttavia le Isole Canarie possono offrire molto altro, infatti sono contraddistinte da un’IVA solamente del 7% per molteplici beni ordinari e servizi, a tale proposito si può citare la percentuale italiana del 22%, che comunque può spingersi fino a sfiorare l’entità massima, sempre ridotta se confrontata a quella italiana, o europea, al 13,5% specifica per articoli non di primario bisogno, quali quelli di lusso.

 

Quali sono le opportunità vantaggiose?

 

Numerosissimi sono i vantaggi offerti agli imprenditori che scelgono tale paradiso naturale, come luogo in cui investire in immobili o aprire una società impresaria.

Il regime economico e fiscale, in sigla REF, del complesso insulare mette in luce prospettive interessanti dettate dalla posizione periferica sfavorevole, la quale viene compensata da normative iberiche che prevedono ad esempio l’esenzione dell’IVA, in diversi casi, per la compera di beni da investire, la mancanza di tasse per i trasferimenti patrimoniali, o per le pratiche giuridiche atte alla formazione di un’impresa.

Non possiamo non citare la tassazione ordinaria, sistema applicabile a ciascun tipo di professione, che prevede una notevole riduzione delle tasse per i primi due anni di esercizio, nonché le consistenti riduzioni sulle imposte rivolte alla società, ed ai contributi sociali sempre opportune le società.

Nelle zone franche inoltre, Tenerife e Gran Canaria, è in vigore il perfezionamento attivo, con il quale si intende lo sviluppo di un determinato valore aggiunto grazie allo svolgimento di attività lavorativa produttiva, il che arriva a garantire la fornitura di materie prime e componenti importati a prezzo nullo.

 

Motivazioni che spingono sempre più imprenditori ad investire in questo paradiso naturale

 

Per di più, possiamo aggiungere che le agevolazioni fiscali non riguardano solo il sistema tassativo, ma anche l’assenza di spese rivolte alla conduzione, ossia riscaldamento, o al vestiario pesante.

Per di più il costo della vita contenuto, connesso alla sua evidente qualità, garantita anche dal sistema pubblico e di prevenzione degli atti delinquenziali, inducono non solo molte persone anziane a trasferire la loro pensione, qui priva di tasse esorbitanti, ma sopratutto è molto apprezzata da imprenditori ed investitori provenienti da ogni nazionalità.