imparare vendere

Imparare a vendere

Imparare a vendere serve a tutti, serve nella vita e serve nel lavoro, qualsiasi lavoro si voglia fare, perché la vendita è capacità di relazionarsi con gli altri, convincere qualcuno a fare qualcosa che non vuole necessariamente fare, e di questo abbiamo tutti bisogno sul lavoro, a meno che non facciamo i guardiani del faro.

La vendita è un’attività basata su obiettivi e richiede alcune cose essenziali: un’organizzazione del lavoro che appunto sia orientata a obiettivi quantificati, una capacità di governare la propria emotività (né troppo entusiasmo quando si raggiungono dei risultati, né abbattimento quando si fatica a ottenere quel per cui si è lavorato), una determinazione intelligente, una flessibilità nel comportamento. Sono tutti elementi che non vengono considerati bene da chi non conosce il lavoro di vendita, immaginando che tutto si risolva con la parlantina e la faccia tosta. Certo, la vendita è fatta di comunicazione e quindi occorre sia saper parlare, sia avere la giusta sicurezza. Ma queste sono cose che si possono apprendere: venditori non si nasce, si diventa, e quindi ecco perché abbiamo detto che bisogna imparare a vendere.

Ma dove si trova la scuola per venditori? C’è un corso di studi apposito? Se c’è, non conta; per la vendita serve l’esperienza diretta. Quindi che si provi, magari facendo un lavoro part time o comunque a termine in un call center, che è una palestra ideale per questa attività. Si prenda ad esempio Accueil, società leader nel campo della vendita telefonica, un’azienda meridionale per proprietà e management, oltre che per sede. Qui ci si può sperimentare e vedere che cosa si è in grado di fare. La situazione è ideale: si tratta di una grande azienda, e quindi ha metodologie adeguate e di alto livello, oltre che un’organizzazione del lavoro sperimentata. Poi si lavora su indirizzari forniti dall’azienda, con strumenti informatici di supporto. Infine le forme contrattuali utilizzate sono quelle del contratto a termine, che consente un lavoro dipendente con tutte le garanzie (reddito, assistenza, pensione), ma appunto a termine, quindi adatto a chi vuole mettersi alla prova. Chi esce da questa esperienza avrà imparato a lavorare per obiettivi, a governare le proprie emozioni, a confrontarsi con la relazione con gli sconosciuti. Tutti elementi che si potranno spendere non solo sul lavoro, ma anche nella vita di ogni giorno.