Come ho risolto il mio problema con la mastoplastica additiva

Il seno rappresenta sicuramente l’elemento che identifica la femminilità, conferendo al fisico un aspetto armonioso e sensuale. Il corpo umano, per poter esprimere al meglio sensazioni positive deve presentarsi con le giuste proporzioni, un corpo squilibrato infatti, con delle misure che non corrispondono a quelle canoniche è anti estetico. Il discorso delle proporzioni applicato al seno assume una grande importanza in quanto, un fisico, seppur magro e tonico, provvisto di un seno enorme, caduto e poco sostenuto, non è certamente una bella immagine. Pertanto, come vi sono molte donne che ricorrono alla chirurgia estetica per inserire delle protesi additive, al pari esistono molte donne che si sottopongono ad interventi di mastoplastica riduttiva, intervento chirurgico che riduce le dimensioni del seno.

Mastoplastica riduttiva: la mia esperienza personale

Sono una donna di quarant’anni, ho sempre avuto un fisico prorompente, con fianchi e seno molto pronunciati. Ho avuto due gravidanze e ho allattato entrambi i miei bambini con enorme gioia e soddisfazione. Con il tempo ho ravvisato un cambiamento nelle mie forme, non mi vedevo più la stessa persona, ero cambiata, il seno in particolare, di partenza un’abbondante quinta misura, era cresciuto ancora di più, diventando pesante. Non riuscivo più a trovare un reggiseno che potesse contenere le mie misure, provavo fastidio e imbarazzo, dovendo rinunciare a tanti tipi di abbigliamento. I miei familiari poi avevano notato che anche la mia postura era cambiata, il peso del seno mi costringeva ad incurvare la schiena e a camminare in maniera poco elegante. Il giorno del mio quarantesimo compleanno ho deciso di dire basta, volendo porre rimedio al mio problema perchè oltre ad essere una mamma felice volevo rivendicare il mio diritto di essere donna e di piacermi. I rapporti con mio marito stavano peggiorando e volevo a tutti i costi salvare il mio matrimonio. Tramite un’amica, ho reperito il numero di telefono di un ottimo chirurgo di Torino, la mia città, specializzato in mastoplastica riduttiva. Dopo una prima visita, in cui ho esposto il mio problema, siamo giunti, congiuntamente, alla decisione di ridurre il mio seno di due taglie, per recuperare non solo quella fiducia in me stessa che stava sfuggendo ma, soprattutto, per ripristinare un equilibrio di postura a carico della mia colonna vertebrale.

Mastoplastica riduttiva: intervento a Torino

Ho eseguito l’intevento di mastoplastica riduttiva a Torino, presso una clinica convenzionata in cui sono stata seguita con ogni premura, sia da parte del personale medico che da parte del personale sanitario presente in sede. L’operazione è stata effettuata in anestesia generale, con una durata di circa due ore. Al mio risveglio, a parte un lieve intontimento e piccolo fastidio nell’area della cicatrice, mi sono sentita in forze, con il desiderio di tornare a casa e alla mia vita di sempre.

I vantaggi nell’eseguire una mastoplastica riduttiva

In seguito all’intervento di mastoplastica riduttiva, dopo il periodo di convalescenza, ho potuto riscontrare immediatamente dei benefici. Innanzitutto, non percepivo più quel senso di pesantezza del seno che mi costringeva a piegare la schiena, poi ho cominciato ad indossare gli indumenti che mi sono sempre piaciuti, come top o magliette scollate, oppure abiti trasparenti. Ho ripreso fiducia in me stessa e nel mio corpo, tornando a sorridere in mezzo agli altri. Tutte le relazioni della mia vita ne hanno beneficiato, a partire da mio marito, che mi ha trovata subito più sexy, fino ai miei figli, che hanno ritrovato una mamma allegra e sorridente. Consiglio veramente a tutte le donne con il mio stesso problema di effettuare questo intervento per beneficiare di straordinari effetti positivi. A Torino esistono delle realtà sanitarie molto interessanti nelle quali individuare il luogo più adatto per eseguire l’operazione. Per talune situazioni cliniche, da verificare preventivamente, la mastoplastica è anche mutuabile, quindi non comporta assolutamente un dispendio di denaro.